Edu Vargas: primi mesi a Napoli infernali, ma vuole resistere

Al cileno manca la famiglia, e sente addosso troppa pressione

Edu Vargas: primi mesi a Napoli infernali, ma vuole resistere

Eduardo Vargas è una stella che non brilla. Dal ritiro della Nazionale cilena, l'attaccante del Napoli ha deciso di raccontarsi senza pudore, mettendo a nudo il suo pensiero circa i primi mesi di ambientamento a Napoli. Intervenuto ai microfoni del quotidiano 'El Mercurio', Turboman ha confessato che le aspettative riposte in lui dai tifosi napoletani hanno finito con lo schiacciarlo, fino a renderlo il talento inespresso che è ancora oggi: "Arrivato a Napoli c'era molta attesa su di me dopo quello che avevo fatto con l'Universidad de Chile e questa pressione ha giocato contro di me. I miei compagni mi hanno aiutato sin dall'inizio ed anche l'ambientamento ha influito".

L'impatto con il calore dei supporters partenopei ha inibito il giovane Edu, fin troppo inesperto e dalle spalle poco larghe per riuscire a cavarsela in una realtà dove la gente vive solo di calcio. In Sud America è un'altra cosa: giocate meno veloci, marcature meno strette e tanti spazi per poter colpire in contropiede a proprio gusto. La Serie A è ben altra cosa. Abituarcisi può rappresentare un ostacolo non da tutti. Vargas, però, non vuole darsi per vinto. La stoffa del campione ce l'ha. Si tratta solo di tirarla fuori davanti al resto del mondo.

In allenamento, i compagni raccontano gran cose di lui: ha il tiro più potente degli uomini disponibili in rosa, e riesce a fare cose da non credere. L'ipersensibilità a certi fenomeni tira brutti scherzi. Ma un fuoriclasse è tale non solo per i piedi. Le qualità si misurano anche su scale emotive, che, di norma e regola, bisogna saper gestire se si ha voglia di diventare grandi. Ad Edu manca la sua famiglia. Sulle 'febbre' dei primi momenti, ha anche pensato di mollare tutto e tornare a casa. Ma sarebbe stato troppo facile, e forse l'avrebbe rimpianto: "Ho pensato di prendere una decisione drastica. Non avevo voglia di nulla, però ho meditato sulla situazione e ora mi sono impegnato per guadagnarmi un nome in Italia. Ho avuto l’opportunità per andarmene in un’altra squadra, ma non mi darò per vinto".

Il cileno potrebbe anche decidere di andar via a giugno. C'è un'opzione in tal senso: "L'opzione è di andare in un altro club, ma io non voglio rinunciare. Ho bisogno di più minuti per migliorare la mia fiducia, solo giocando posso alzare il mio livello. Ora devo lavorare con impegno per poter meritare una maglia da titolare".

Pubblicato il 16 Ottobre 2012 da La Redazione

Commenti a questa pagina

La nuova stagione 2014 - 2015 si avvicina ed il Napoli sarà impegnato su più fronti!

La Serie A, la Champions League, e la Coppa Italia: è in questi appuntamenti che il Napoli farà sognare i propri tifosi!

Su BigliettiNapoli.com trovi tutti i biglietti del Napoli per le partite in casa e in trasferta di Serie A, Champions League e Coppa Italia.

Ogni 15 minuti consultiamo per te le offerte per i biglietti delle partite presenti in rete e riportiamo i prezzi nel nostro comparatore prezzi per consentirti di acquistare i biglietti sui più sicuri siti del settore.

Leggi il nostro Disclaimer per maggiori informazioni sui contenuti e le offerte presenti su BigliettiNapoli.com

biglietti calcio
biglietti campionato
biglietti serie a

 

Mappa del sito